BLOGGER DAY: IL TEMPO DI UN INCONTRO

Giovedì scorso 8 food blogger influenti provenienti da tutta Italia hanno passato un’intera giornata insieme all’insegna della pasta, della sua storia e della convivialità che crea a tavola. Come vi abbiamo segnalato negli articoli precedenti, il Blogger Day che abbiamo deciso di realizzare con la collaborazione di Notorious, la nostra agenzia di comunicazione – “Cereali antichi per la pasta di domani” – mirava a far conoscere i nuovi prodotti Sgambaro che puntano al futuro della pasta e ad una sana nutrizione.

Quando è avvenuto il primo incontro in stazione, di fronte all’autobus che le avrebbe accompagnate fino al nostro pastificio, molte delle blogger già si conoscevano. Alcune solo di nome e di “piatto”, altre invece avevano già vissuto altre esperienze simili insieme: del resto si sa, quando una food blogger riesce ad emozionare nel raccontare la propria passione per la cucina, si arriva in breve tempo ad essere tra i top influencer italiani.

Questo molto spesso può tramutarsi in rivalità. E invece, nel nostro caso, è stato l’esatto opposto. La condivisione a cui abbiamo assistito ci ha mostrato come queste ragazze, amanti del cibo, della semplicità e dello stare bene a tavola, sappiano rendere buona – anzi perfetta! – una giornata. È proprio questa semplicità che ha dato forza all’evento che siamo riusciti ad organizzare.

bloggerday3

Dopo il primo caffè di benvenuto, i nostri ospiti – non solo blogger ma anche giornalisti del settore – sono stati introdotti nel mondo di Pasta Sgambaro: prima attraverso uno spot emozionale, poi letteralmente accompagnati nei meandri del vastissimo pastificio che torreggia tra le campagne di Castello di Godego, poco lontano da Treviso.

La visita guidata al molino, alla zona della macinatura e alle varie aree della produzione, ha messo di fronte ai presenti una realtà interessante e tutta da scoprire, che molto spesso viene data per scontata. Ma è proprio tra quegli ingranaggi a volte rumorosi che si crea la dolce melodia di un prodotto buono; è tra le mani esperte di chi lavora, che la natura viene cullata per poi giungere fino ai nostri piatti.

Il pranzo che è seguito – la cui realizzazione è stata gestita da Santi Catering – si è consumato tra la conoscenza dei presenti e la degustazione dei nuovi prodotti: è anche grazie alla nuova pasta al farro monococco, a quella al grano duro integrale e la pasta proteica con farina di quionoa e lenticchie, che sono nate nuove relazioni, sicuramente destinate a durare nel tempo. Perché quando si investe del tempo prezioso nel coltivare qualcosa crescono le storie più belle.

bloggerday5

bloggerday1

Forse, riflettendo ora che l’evento è finito e ognuno dei presenti è tornato a casa con un’esperienza da raccontare, si potrebbe dire che è proprio il tempo il comune denominatore alla base dell’equazione che ha reso speciale questo Blogger Day.

Prendersi cura del grano richiede tempo, nonostante poi si consumi tutto in un pranzo veloce e disattento. Allo stesso modo l’organizzazione di un simile evento, pur nella sua semplicità, richiede impegno e dedizione per mesi, pur concludendosi tutto in una giornata che passa in fretta.

Ma è proprio lì, nella paziente cura del nostro tempo, nella ricerca di risorse nel nostro passato, che possiamo far crescere ciò di cui andremo a godere nel futuro: quella bontà che, domani, sarà il nostro presente.

E per concludere, ecco la video intervista sull’esperienza vissuta dalle nostre food blogger. Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × quattro =