LEZIONI DI BENESSERE: 4 ESERCIZI PER PENSARE GREEN

Possiamo impegnarci ogni giorno ad arricchire la nostra vita con tante piccole buone abitudini a favore di un maggior rispetto dell’ambiente. Gli esercizi di benessere possono diventare una terapia naturale per pensare green. Pensare green significa provare ad alleggerire il nostro impatto sul pianeta passando dalla teoria alla pratica. Ciò che pensiamo ci aiuta a riordinare la nostra quotidianità e a eliminare il superfluo a livello materiale e non.

Con queste lezioni di benessere scopriamo allora gli esercizi da praticare per alleggerire la nostra mente, la nostra vita e l’impatto che abbiamo sul pianeta.

L’ARTE DELLE LISTE

La prima lista utile da compilare come buona abitudine è – ovviamente – la lista della spesa che dovrebbe essere sempre ricca di prodotti bio e di stagione. Ci sono poi altre liste che possono diventare uno strumento davvero interessante per organizzare le nostre vite. Ecco che allora si parla di una vera e propria arte delle liste. Le liste degli obiettivi da raggiungere, delle scadenze da rispettare, dei libri da leggere o dei film che vorremmo vedere ci aiutano a non perdere di vista né i nostri doveri né i nostri desideri. Eliminare una voce dalla lista perché è stata portata a termine dona sempre una grande soddisfazione e contribuisce ad accrescere la motivazione a portare avanti i nostri progetti.

lezioni di benessere

FARE DECLUTTERING

Cosa significa fare decluttering? Significa fare ordine nella propria casa e nella propria vita in modo metodico per liberare lo spazio che abbiamo a disposizione dagli oggetti superflui che non fanno altro che creare dei blocchi energetici nelle stanze in cui viviamo e dei sovraccarichi emotivi in noi stessi. Possiamo approfittare delle pulizie di primavera o di un weekend di riordino per decidere cosa tenere con noi e cosa eliminare da armadi, cassetti, cantine o soffitte. Fare spazio non significa gettare nella spazzatura oggetti che altri potrebbero riutilizzare. Se qualcosa non vi serve più, infatti, lo potrete barattare, regalare, donare in beneficenza o mettere in vendita online e nei negozi dell’usato. Liberarsi delle cose inutili è vantaggioso perché ci aiuta a fare ordine nella mente e a trovare tempo e spazio per i prossimi progetti.

LA CAMMINATA MEDITATIVA

Concedetevi di tanto in tanto un esercizio di benessere per il corpo e per la mente. La camminata meditativa è molto rilassante. L’ideale è camminare in un prato, in un parco o comunque a contatto con la natura. Indossate delle scarpe comode, scegliete un luogo il più possibile tranquillo e silenzioso e iniziate a camminare concentrandovi sul ritmo dei vostri passi e del vostro respiro. Cercate di camminare con lentezza e trasformate i vostri passi in una vera e propria meditazione in movimento mentre siete immersi nei colori e nei profumi della natura. Questo esercizio molto semplice aiuta a riconoscere il bello in tutto ciò che ci circonda e a rendere il nostro passo più leggero per rispettare davvero l’ambiente.

lezioni di benessere

RECUPERARE IL TEMPO PERDUTO

Non è mai troppo tardi per riprendere in mano le fila della nostra vita e per recuperare il tempo perduto. Gli esercizi che vi abbiamo suggerito sono facili da mettere in pratica e si possono ripetere in qualsiasi momento. Aiutano la mente a pensare green e ad adattarsi ai cambiamenti che vorremmo mettere in atto per migliorare la nostra vita. Gli esercizi di benessere sono un toccasana per vivere in modo meno stressante, per riorganizzare la nostra casa e le nostre giornate e, se vogliamo, per fare in modo che ogni giorno possiamo compiere un piccolo passo avanti verso i nostri sogni e verso gli obiettivi che vogliamo raggiungere. È il nostro modo di pensare che ci guida al cambiamento e a mettere in pratica ciò che vorremmo davvero fare nella vita per non sprecare nemmeno un briciolo del tempo che abbiamo a disposizione. E allora cerchiamo di non attendere oltre e iniziamo subito a rigenerarci, ad alleggerire i pensieri che affollano la nostra mente e a sentirci meglio giorno dopo giorno.

Articolo a cura di Marta Albè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 1 =