Pasta ecosostenibile: Sgambaro la presenta al CIR Vip Lounge di Expo

A pochi passi dall’Albero della Vita, lo scorso giovedì 22 ottobre è stata presentata la pasta ecosostenibile Sgambaro. Un nuovo sito la racconta

Ha nutrito il “pianeta” dei visitatori Expo ed è stata presentata al mondo pochi giorni fa: un momento di gloria per la pasta ecosostenibile, che in questi mesi è stata servita sulle tavole dei ristoranti CIR food dell’esposizione universale.

Nella terrazza del CIR Vip Lounge erano presenti tutti i soggetti della filiera della pasta ecosostenibile: dal mondo agricolo (rappresentato da Valeria Sonvico di Coldiretti Lombardia) al produttore, fino a un colosso della ristorazione come CIR Food che propone la pasta al grande pubblico. Passando per le istanze della green economy, di cui si è fatto portavoce il vicepresidente del Kyoto Club Francesco Ferrante: “Sgambaro è un testimonial concreto di quello che un imprenditore può fare per l’ambiente. È un modello di qualità a 360 gradi, dall’attenzione al prodotto alla scelta di ridurre ogni impatto anche nel processo. Oggi consumatori e imprese dimostrano di saper fare scelte più coraggiose rispetto alle politiche dei governi”.

L’evento ha attirato giornalisti e blogger interessati ad approfondire il tema della filiera a basso impatto ambientale: questa pasta ecosostenibile è infatti creata a partire da grano duro italiano prodotto nel raggio di 150 km dell’azienda, trasformato attraverso l’utilizzo di energie pulite. Ma non è tutto: per abbattere le emissioni di CO2 attraverso l’acquisto di crediti di carbonio, l’azienda ha scelto di sostenere un progetto per la salvaguardia della laguna veneta in collaborazione con il bacino ittico bio Blue Valley. Temi che i consumatori possono da qualche giorno approfondire navigando sul nuovissimo sito www.pastaecosostenibile.it.

Sulle tavole dei ristoranti CIR food di Expo, in questi sei mesi sono stati servite più di mille tonnellate di pasta ecosostenibile. “C’è una perfetta coerenza fra le azioni di Sgambaro e quello che fa CIR food ogni giorno”, spiega Massimiliano Merenda, Direttore Acquisti di CIR food. “Stiamo costruendo il nostro futuro sui temi della sostenibilità e per questo abbiamo scelto Sgambaro come fornitore unico di pasta secca in questa sede speciale. D’altra parte, ci conosciamo da tempo: Sgambaro è la pasta che serviamo da tanti anni sulle nostre tavole”. Un impegno che è stato riconosciuto ufficialmente anche da Expo e dal Ministero dell’Ambiente, che ha insignito CIR food con un il premio “Towards a Sustainable Expo” per aver messo in campo soluzioni virtuose capaci di coniugare efficienza e valorizzazione dell’ambiente, in occasione della manifestazione.

A pochi giorni dalla chiusura dei cancelli dell’esposizione universale, Pierantonio Sgambaro sintetizza vent’anni di impegno con lo spirito di chi può cambiare il mondo: “Quando abbiamo dato inizio a questo processo, eravamo dei visionari. Oggi siamo andati oltre il km zero creando una pasta ecosostenibile a emissioni di CO2 azzerate per tutti i visitatori Expo. Per noi non c’è modo migliore di farci ambasciatori di un’Italia vera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − sette =